Crea sito

Strutture anecogene disomogenee: utile sapere che...

Le formazioni liquide patologiche e gli organi normalmente a contenuto liquido, possono presentarsi con aspetto non completamente anecogeno per la presenza al loro interno di formazioni solide o inclusioni di varia natura.

Un esempio di lesione anecogena disomogenea è rappresentato dalle cisti renali (formazione liquida patologica) complicate da emorragia, flogosi o da fenomeni degenerativi neoplastici che si proiettano all'interno della cisti.

La sabbia biliare nella colecisti ed il sedimento urinario nella vescica rendono questi organi (normalmente a contenuto liquido) ecograficamente anecogene disomogenee; le emorragie all'interno delle cisti tiroidee ed epatiche sono altri esempi di cisti semplici complicate, che si presentano anecogene disomogenee all'esame ecografico.

Una particolarità importante è che al contrario del materiale di natura flogistica all'interno delle cisti complicate da flogosi, il contenuto biliare od il sedimento urinario modificano la loro stratificazione al variare del decubito. In altri termini, l'ecografista potrebbe risalire alla natura del contenuto facendo cambiare la posizione del paziente nel corso dell'esame stesso, fornendo in tal modo maggiori dettagli utili al successivo iter terapeutico.

Pagine correlate:

Ecografia clinica. Busilacchi - Rapaccini. Idelson Gnocchi