Ecografia dei nervi

Tecnica ecografica

Per lo studio dei nervi è necessario utilizare sonde lineari con frequenze comprese tra 7 e 15 MHz a seconda della profondità della struttura da esaminare.

Si eseguono scansioni trasversali e longitudinali, percorrendo per quanto possibile il nervo per tutto il suo decorso; indispensabile lo studio comparativo del controlato sano.

Eventualmente si dimostra utile lo studio dinamico per identificare compressioni e lussazioni a carico dei nervi: ad esempio, ulnare al gomito, peronieri al compartimento laterale della caviglia, tibiale posteriore al compartimento mediale della caviglia.

Semeiotica ecografica

L'aspetto ecografico del nervo è caratteristico a nido d'ape in sezione trasversale e fibrillare in sezione longitudinale, in cui si distinguono le strutture che lo compongono:

- l'epinevrio, struttura iperecogena periferica

- i fascicoli nervosi, struttura ipoecogena circondata da un orletto iperecogeno che costituisce il perinevrio, immersi in una matrice di connettivo

Rassegna multimediale dal sito You Tube.com.

Note legali: appuntiecografia non è responsabile delle informazioni contenute in tutti i link in uscita verso siti web né del contenuto di tutti i link multimediali verso il sito You Tube.com.

Ultrasound location of radial nerve at elbow

Ecografia dell'apparato muscolo-scheletrico. Nicolas Sans - Franck Lapège. Verduci Editore

Ecografia Clinica. Busilacchi - Rapaccini. Idelson Gnocchi