Crea sito

Ecografia della prostata

Tecnica ecografica

La ghiandola prostatica può essere studiata ecograficamente mediante differenti approcci:

- sovrapubico o transaddominale;

- transperineale;

- transrettale;

- transuretrale.

L'approccio sovrapubico rappresenta senza dubbio il modo più immediato per accedere alla prostata, si può eseguire in corso di eco addome e necessita di vescica piena. Con questo esame si può studiare la ecogenicità, la presenza di disomogeneità o calcificazioni e le dimensioni (volume calcolato con la tecnica dell'elissoide). Il volume si può calcolare partendo dai tre diametri principali moltiplicati per una costante:

Volume della prostata = L x T x V x 0.523

La misurazione del volume suindicata ha una buona accuratezza, con errore del 10% circa. Il volume normale è di 19 cc +/- 10, per cui valori superiori a 30 cc sono da considerarsi indice di IPB.

Caso clinico con calcificazioni: prostata di dimensioni normali. Piccola calcificazione centrale.

Stesso caso.

Caso clinico normale:

Prostata

Sezione trasversale

Prostata

Sezione longitudinale

Il calcolo del volume della prostata sopra raffigurata è di 24 cc.

Caso clinico con calcificazioni centrali:

Prostata, scansione trasversale. Calcificazioni centrali

Prostata di regolare forma e dimensioni ai limiti. Presenza di calcificazioni centrali.

Prostata, scansione longitudinale.
Prostata, scansione longitudinale

Ecografia Clinica. Busilacchi - Rapaccini. Idelson Gnocchi Guida ecografica S.I.U.M.B. - Ed. 2012

Esperienza personale